Di più

Queste sono le auto elettriche di Škoda per il 2023

9. Dicembre 2022

Momento della lettura: minuti

Queste sono le auto elettriche di Škoda per il 2023

Andreas Faust

Andreas Faust

Condividi questo articolo
Facebook
Twitter

Nessun fronzolo, anzi: la massima idoneità quotidiana ad un prezzo accessibile. Le nuove arrivate elettriche di Škoda, Enyaq ed Enyaq Coupé, seguono coerentemente questo percorso – e quindi continuano la storia di successo ceca anche con l’elettricità.

Škoda Enyaq iV

Con il lancio della Enyaq iV nell’estate 2021, l’era elettrica è iniziata anche alla Škoda. Con questo SUV compatto, i cechi sembrano avere indovinato subito il gusto del pubblico svizzero: nel sondaggio svolto da AutoScout24 sulla «Auto preferita della Svizzera 2022» l’Enyaq ha prevalso su 55 concorrenti ed è stata votata da oltre 30’000 lettrici e lettori.

Ci sono molte ragioni per questa vittoria: anche con i suoi 4,65 metri di lunghezza se l’Enyaq si può ancora chiamare compatto, carica quasi quanto un modello di classe superiore nonostante il suo grande pacchetto batteria nel sottoscocca. Questo significa che l’Enyaq offre anche molto spazio per le famiglie, che negli interni accoglienti e moderni con dettagli intelligenti (come le tasche per smartphone sugli schienali dei sedili anteriori) si sentono subito a proprio agio.

Sulla strada, l’Enyaq è un vero tuttofare: anche per gli standard elettrici è molto silenzioso, offre molto comfort nonostante il suo peso elevato e, come modello di punta con 4×4 e 265 CV, trasforma addirittura il SUV in una vera e propria auto sportiva per famiglie. A seconda della batteria – disponibile in una versione più piccola e una più grande – l’Enyaq può percorrere tra i 400 e i 500 chilometri. Questo è certamente adatto per l’uso quotidiano.

  • Design di successo con forme fuori dal comune
  • Spazio come nella classe di lusso a fronte di dimensioni ancora compatte
  • Cockpit sorprendentemente elegante con materiali sostenibili su richiesta
  • Eccellente auto da viaggio con sistema di guida silenziosa
  • Disponibile con diverse propulsioni e batterie di diverse dimensioni

Škoda Enyaq Coupé iV

Dopo il lancio dell’Enyaq nell’estate del 2021, Škoda ha presentato all’inizio del nuovo anno una variante coupé del SUV compatto dalle forme ancora più taglienti. E si lascia senz’altro vedere: ancora più elegante grazie al tetto spiovente verso la parte posteriore, con cerchi in alluminio fino a 21 pollici, fari LED dalla griffe elegante, inclusa la griglia anteriore illuminata «Crystal Face», questa auto è davvero un gioiellino per gli amanti del design. Questa Škoda risveglia emozioni! 

Nonostante il taglio della sua carrozzeria, la versione coupé resta comunque assolutamente adatta all’uso quotidiano e nel bagagliaio offre quasi altrettanto spazio rispetto all’Enyaq standard. Il display centrale per l’infotainment da 13 pollici è di serie, mentre un display head-up con funzioni di realtà aumentata può essere aggiunto al moderno cockpit come opzione.

Al lancio sul mercato a metà anno, l’Enyaq Coupé sarà inizialmente disponibile solo come modello sportivo RS, con un motore elettrico sia sull’asse anteriore che su quello posteriore per una potenza di sistema di 299 CV. Il veicolo a trazione integrale raggiunge così gli stessi valori di guida di una GTI – il grande pacchetto batteria nel sottoscocca assicura un basso centro di gravità e la migliore tenuta di strada. Stando a Škoda, guidando a velocità moderate l’Enyaq Coupé facilmente garantisce un’autonomia di oltre 500 chilometri. Altre versioni sotto la RS seguiranno in autunno.

  • Un vero e proprio gioiellino grazie ai dettagli del suo design
  • La parte posteriore di questo coupé praticamente non influisce sulla capacità del bagagliaio 
  • Grande sistema di infotainment e moderno head-up display
  • Prestazioni di guida paragonabili a quelle di molte auto sportive compatte
  • Assolutamente adatto all’uso quotidiano grazie alla sua grande autonomia
Andreas Faust

Andreas Faust

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tweet on Twitter
Contenuto di questo articolo

Articoli Correlati

Tabella dei contenuti