Di più

Ecco le 10 migliori berline del 2023

10. Marzo 2023

Momento della lettura: minuti

Ecco le 10 migliori berline del 2023

Timothy Pfannkuchen

Timothy Pfannkuchen

Condividi questo articolo
Facebook
Twitter

La tradizionale berlina a tre volumi soffre a causa del successo dei SUV, ma nella classe superiore continua a essere la prediletta. Di recente, anche nella classe delle compatte sembra essere tornata in voga.

Audi S3 TFSI Quattro

Mentre in altre parti del mondo persino le auto più piccole vengono vendute nella versione a tre volumi, qui da noi una berlina è un avvistamento raro, persino nella classe delle compatte. O meglio, era. La situazione è cambiata soprattutto grazie alle varianti coupé, ossia a modelli più alla moda, offerti dai marchi più sofisticati. Le berline ora sono di tendenza. Fra le apripista troviamo ad esempio la Audi A3, per la quale la carrozzeria berlina esiste già anche come S3 e RS3. 

In Svizzera, la S3 è tradizionalmente molto amata. In 4,8 secondi raggiunge i 100 km/h grazie ai suoi 228 kW/310 CV: una vera e propria auto sportiva. I 15 centimetri di lunghezza in più (che portano il totale a 4,5 metri) rispetto alla versione sportback a coda spiovente si notano principalmente per il vano bagagli, ora decisamente spazioso. A parte questa differenza, anche la berlina è un’autentica S3: la trazione integrale è così potente che sarà come avere in garage un lupo travestito da agnello.

  • Prezzo a partire da CHF 64”450.–
  • Motore: benzina, 228 kW/310 CV
  • Vano bagagli: 325 l
  • Consumi: 7,8 l/100 km
  • Emissioni di CO2: 177 g/km
  • Classe di efficienza E
  • Emissioni totali (per 200’000 km): ca. 66,7 t CO2
  • Costi annuali (per 15’000 km): ca. CHF 14’244.–

BMW i4 eDrive40

Elettrica e berlina: due parole che (ancora) non si sentono spesso nella stessa frase. Ma ormai l’entusiasmo per i SUV va scemando e, rispetto agli e-SUV, le berline elettriche offrono vantaggi indiscutibili in fatto di aerodinamica e autonomia. Alla i4, BMW ha applicato armoniosamente il tema della berlina sportiva di classe media elegante e raffinata: la i4 è praticamente la versione elettrica della Serie 3. E parte già in pole position grazie ai 585 chilometri di autonomia (WLTP).  

Con i suoi 4,78 metri di lunghezza, la i4 è disponibile anche nella versione i4 M50 a trazione integrale con 400 kW/544 CV e 4×4, anche se per quanto riguarda autonomia e momenti di traffico intenso la scelta vincente sembra essere la versione eDrive40, con trazione posteriore. Quest’ultima racchiude alla perfezione l’essenza del marchio bavarese: la eDrive40 infatti è estremamente veloce, offre una guida incredibilmente fluida e sembra nata per le curve. La batteria raggiunge l’80 percento nel giro di 30 minuti, con una potenza di ricarica massima di 200 kW.

  • Prezzo a partire da CHF 69’900.–
  • Motore: elettrico, 250 kW/340 CV
  • Vano bagagli: 550 – 1’600 l
  • Consumi: 16,3 kWh/100 km (corrispondono a 1,8 l/100 km di benzina)
  • Emissioni di CO2: 0 g/km
  • Classe di efficienza A
  • Emissioni totali (per 200’000 km): n.d.
  • Costi annuali (per 15’000 km): n.d.

DS 9 E-Tense 225

I fan della grande berlina francese di classe superiore hanno dovuto aspettare a lungo. Ma con la DS 9, la DS, figlia nobile di Citroën, prosegue ora sul solco della tradizione. Ed è una rivisitazione pensata totalmente al femminile: questa berlina da 4,93 metri è stata concepita come reinterpretazione moderna della divina DS del 1955. Un dettaglio di stile: la DS originale all’epoca aveva le frecce sul bordo posteriore del tetto, la DS 9 ne richiama le fattezze con le luci laterali gialle.

La gamma si compone di un motore a benzina di base (165 kW/225 CV) e tre versioni ibride plug-in (da 165 kW/225 CV fino a 265 kW/360 CV, di cui l’ultima con 4×4). Particolarmente azzeccata appare la versione plug-in di base: guidare un motore silenzioso puramente elettrico per 48 chilometri con la DS è un vero lusso, mentre le sospensioni attive «vedono» lo stato della carreggiata tramite una videocamera e reagiscono anticipatamente. Inoltre, 8,3 secondi per arrivare da 0 a 100 km/h sono comunque un tempo niente male.

  • Prezzo a partire da CHF 67’400.–
  • Motore: benzina/ibrido plug-in, 165 kW/225 CV
  • Vano bagagli: 510 l
  • Consumi: 1,7 l + 15,7 kWh/100 km (corrispondono a 3,4 l/100 km di benzina)
  • Emissioni di CO2: 38 g/km
  • Classe di efficienza A
  • Emissioni totali (per 200’000 km): ca. 36,1 t CO2
  • Costi annuali (per 15’000 km): ca. CHF 13’195.–

Genesis G70 2.0T RWD

Dalla Corea del Sud arriva una nuova concorrente per la classe media, sfidando l’Audi A4, la BMW Serie 3 o la Mercedes Classe C: il marchio premium di Hyundai, Genesis, ora sbarca anche in Europa e offre un’alternativa per chi cerca un’auto creata con impeccabile perfezione, ma per una volta un po’ diversa. Nonché per chi apprezza il nuovo tipo di assistenza. Portare l’auto in officina? Dimenticatelo. Già all’acquisto la G70 viene consegnata direttamente a domicilio. Se è prevista una manutenzione, l’auto viene prelevata e ne viene consegnata una sostitutiva.

Ma anche alla guida la Genesis è molto convincente. Già la versione di base a benzina, con i suoi 145 kW/197 CV di potenza e trazione posteriore regala sensazioni da berlina sportiva. Inoltre sono disponibili motori a diesel, anche nelle varianti a trazione integrale e fino a 180 kW/245 CV. Anche la parte posteriore dell’abitacolo soddisfa i requisiti di qualità che tanto piace nella G70, ossia la sua natura di berlina sportiva: sebbene sia lunga 4,68 metri, certamente non intende essere un’auto per famiglie.

  • Prezzo a partire da CHF 46’200.–
  • Motore: benzina, 145 kW/197 CV
  • Vano bagagli: 330 l
  • Consumi: 8,0 l/100 km
  • Emissioni di CO2: 181 g/km
  • Classe di efficienza F
  • Emissioni totali (per 200’000 km): ca. 70,1 t CO2
  • Costi annuali (per 15’000 km): ca. CHF 12’433.–

Jaguar XF P300

Anche Jaguar ha naturalmente cavalcato l’onda e risposto alla tendenza SUV. La berlina, però, continua ad essere la forma di carrozzeria prediletta dello storico marchio britannico. Come nel caso della XF, una tipica berlina classe business con la quale presentarsi con eleganza davanti all’Opera o a un appuntamento di lavoro.

Ma una sei cilindri prestigiosa al giorno d’oggi è merce rara. Da tempo ormai anche Jaguar spinge i consumi al ribasso con motori turbo a quattro cilindri, riscuotendo grandi successi: con il diesel di base da 204 CV, la quattro porte si concede soltanto 5,6 l/100 km. Il modello top di gamma, con un potente motore turbo a benzina da 300 CV, è naturalmente un po’ più ingordo. In compenso, corre come si conviene grazie alla trazione integrale.

Negli interni rimangono ovviamente i segni distintivi Jaguar, come le vernici e la pelle. Due schermi forniscono informazioni e assistenza, l’impianto audio cancella i fastidiosi rumori provenienti dalla strada e in futuro Jaguar prevede di inserire nuove funzionalità o aggiornamenti addirittura tramite connessione mobile. Insomma, non tutto deve rimanere per forza uguale alla tradizione.

  • Prezzo a partire da CHF 79’400.–
  • Motore: benzina, 221 kW/300 CV
  • Vano bagagli: 459 l
  • Consumi: 9,7 l/100 km
  • Emissioni di CO2: 218 g/km
  • Classe di efficienza G
  • Emissioni totali (per 200’000 km): n.d.
  • Costi annuali (per 15’000 km): n.d.

Mazda 3 G-Skyactiv X Berline

Oltre alla Mazda 6 di classe media, anche nella classe delle compatte il marchio offre una berlina molto riuscita in quanto a stile. In termini di motorizzazione, come in altre occasioni Mazda sceglie una strada tutta sua. Alla stregua di quanto intrapreso con il motore Wankel, Mazda oggi è l’unico produttore di automobili a utilizzare un cosiddetto DiesOtto: un motore a benzina dove però la miscela è accesa per compressione, come sui diesel. Mazda l’ha battezzato Skyactiv X e intende combinarlo con un modulo elettrico per produrre una Mild Hybrid.

Il risultato funziona, perché combina il carattere esuberante di un motore aspirato a benzina con valori di consumo ridotti, quasi a livello di un diesel. In generale la Mazda 3 è una berlina compatta che si rivela una buona scelta se si è alla ricerca di un’auto dal carattere sportivo, che però esprima eleganza e offra molto spazio grazie alla forma affusolata e al grande vano bagagli. L’unico difetto? L’abitacolo, di fattura impeccabile, potrebbe trarre beneficio da un rinnovamento del design.

  • Prezzo a partire da CHF 33’590.–
  • Motore: benzina/Mild Hybrid, 137 kW/186 CV
  • Vano bagagli: 450 l
  • Consumi: 5,0 l/100 km
  • Emissioni di CO2: 114 g/km
  • Classe di efficienza A
  • Emissioni totali (per 200’000 km): ca. 45,4 t CO2
  • Costi annuali (per 15’000 km): ca. CHF 9’321.–

Mercedes-Benz S-Klasse S 580 e

La Classe S è la berlina per eccellenza. Nel mercato delle auto di lusso non ha concorrenti in termini di vendite globali. Chi se la può permettere, godrà del comfort più totale e di sistemi di assistenza di massimo livello. Ecco due esempi: la Classe S è stata la prima auto prodotta in serie a ottenere l’autorizzazione per la guida autonoma di livello 3 ed è stata la prima a introdurre la luce a LED con pixel, per la precisione 2,6 milioni, che proiettano persino i simboli di avvertimento sulla strada.

Mentre la parte completamente elettrica è affidata alla sorella EQS, la Classe S si presenta con diversi motori diesel e benzina/Mild Hybrid. Al passo con i tempi, questa ibrida plug-in offre 86 chilometri di autonomia con l’elettrico (WLTP) e il 4×4 come optional. La guida silenziosa senza il cambio di marce in modalità elettrica aggiunge armoniosamente l’ultimo tassello di comfort, lasciando comunque aperta la possibilità di viaggiare senza ricaricare. L’unico svantaggio: a causa delle dimensioni della batteria, il vano bagagli risulta leggermente ridotto.

  • Prezzo a partire da CHF 150’000.–
  • Motore: benzina/ibrido plug-in, 270 kW/367 CV
  • Vano bagagli: 350 l
  • Consumi: 1,1 l + 21,9 kWh/100 km (corrispondono a 4,0 l/100 km di benzina)
  • Emissioni di CO2: 24 g/km
  • Classe di efficienza B
  • Emissioni totali (per 200’000 km): n.d.
  • Costi annuali (per 15’000 km): n.d.

Polestar 2 Long Range Dual Motor

Polestar, divisione della casa Volvo, è comparsa sui radar delle berline sportive praticamente dal nulla, a patto che si parli di elettrico. Si tratta dell’auto ideale per chi cerca una berlina di classe media elegante, ma con motore elettrico e che per una volta non sia una Tesla. La Polestar 2 non è certo un gigante, ma proprio per questo è perfetta per gli slalom dinamici tra le curve. In questa classe è particolarmente popolare la versione più costosa a trazione integrale, che ufficialmente porta il nome importante «Long Range Dual Motor». La sua autonomia raggiunge ben 483 chilometri.

Con 150 kW si ricarica all’80 percento in 35 minuti, se agganciata al caricatore rapido. E chiunque abbia un account Google o semplicemente uno smartphone apprezzerà l’infotainment basato su Google che ne sfrutta tutte le applicazioni, incluso l’assistente vocale e Google Maps. E non è tutto: al contrario di quanto suggerisce il design da quattro porte, la Polestar 2 ha una quinta porta, cioè un grande portellone posteriore.

  • Prezzo a partire da CHF 49’900.–
  • Motore: elettrico, 300 kW/408 CV
  • Vano bagagli: 405 – 1’095 l
  • Consumi: 19,4 kWh/100 km (corrispondono a 2,1 l/100 km di benzina)
  • Emissioni di CO2: 0 g/km
  • Classe di efficienza A
  • Emissioni totali (per 200’000 km): ca. 35,3 t CO2
  • Costi annuali (per 15’000 km): ca. CHF 10’857.–

Opel Insignia Grand Sport 2.0 D 4x4

Dal 2017, la Insignia di Opel mantiene la sua posizione come berlina di classe media e si pregia di essere l’ultima Opel dell’era antecedente alla collaborazione (e poi acquisizione) con il gruppo PSA (oggi Stellantis). Ciò non significa però che la berlina Insignia, orgogliosamente lunga 4,91 metri e con il nome di Grand Sport, sia da relegare tra i ferri vecchi: non per niente è un successo globale, in Cina viene ad esempio venduta come Buick.

La Insignia prova anche come mai anche in Svizzera, nel paese delle station wagon, possano esistere anche delle valide alternative a questa categoria, anche detta Sports Tourer: sotto al grande portellone posteriore della berlina vi attende infatti un immenso spazio di carico. Per quanto riguarda le motorizzazioni, le opzioni sono benzina o diesel, sebbene chi viaggia molto scelga volentieri la diesel top di gamma con trazione integrale e cambio automatico a otto rapporti. La scelta giusta se il vantaggio del rapporto qualità-prezzo conta di più che un nome di prestigio pagato a caro prezzo e se preferite un’auto comoda da utilizzare rispetto a un abitacolo stravagante.

  • Prezzo a partire da CHF 52’060.–
  • Motore: diesel, 128 kW/174 CV
  • Vano bagagli: 490 – 1’450 l
  • Consumi: 5,7 l/100 km (corrispondono a 6,5 l/100 km di benzina)
  • Emissioni di CO2: 149 g/km
  • Classe di efficienza E
  • Emissioni totali (per 200’000 km): n.d.
  • Costi annuali (per 15’000 km): n.d.

Toyota Camry Hybrid

Milioni di statunitensi non possono certo sbagliarsi. Da diversi anni la Camry di Toyota è un bestseller negli Stati Uniti, tuttavia, per molto tempo il leader di mercato giapponese non ha voluto offrire la sua classica berlina sul mercato europeo. Alla fine, il CEO Akyo Toyoda ha cambiato idea e dal 2019 la grande quattro porte è disponibile anche qui da noi.

La forma piatta da berlina fa precisamente il gioco di Toyota, con il suo desiderio di parsimonia in materia di consumi: i SUV si stagliano alti e affrontano il vento contrario, mentre invece questi bolidi sfrecciano al di sotto della corrente. Teoricamente, quest’auto di cinque metri, pur sempre dotata di un potente motore full-hybrid da 218 CV, dovrebbe quindi accontentarsi di 5,3 l/100 km anche per i tragitti quotidiani.

Ma a rendere quest’auto cinque posti una vettura vincente è il comfort. Moltissimo spazio, sedili regolabili elettricamente anche nella fila posteriore e tende a rullo per maggiore privacy. Un viaggio in prima classe a prezzi accessibili, potremmo dire. Inoltre, questa grande Toyota affronta egregiamente ogni dosso che incontra.

  • Prezzo a partire da CHF 39’900.–
  • Motore: benzina/ full-hybrid, 160 kW/218 CV
  • Vano bagagli: 524 l
  • Consumi: 5,3 l/100 km
  • Emissioni di CO2: 119 g/km
  • Classe di efficienza A
  • Emissioni totali (per 200’000 km): ca. 49,1 t CO2
  • Costi annuali (per 15’000 km): ca. CHF 10’348.–
Timothy Pfannkuchen

Timothy Pfannkuchen

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tweet on Twitter
Contenuto di questo articolo

Articoli Correlati

Tabella dei contenuti