Di più

Come funziona un tempomat?

10. Ottobre 2022

Momento della lettura: minuti

Come funziona un tempomat?

Patrick Züst

Patrick Züst

Condividi questo articolo
Facebook
Twitter

Un sistema di regolazione della velocità può rendere più gradevoli i lunghi viaggi in auto, ed è anche più ecologico. In questo articolo vi spieghiamo tutto quello che dovete sapere di un tempomat.

In realtà, i tempomat esistono già da più di 50 anni, ma solo recentemente si installa questo sistema di assistenza alla guida come standard in tante auto nuove. Per i proprietari di auto è fantastico; soprattutto in viaggi lunghi il sistema di regolazione della velocità rende la vita molto più facile. Se viaggiate per esempio in autostrada ad una velocità di 120 km/h, potete attivare il tempomat premendo semplicemente il rispettivo pulsante. La macchina rimane automaticamente alla velocità attuale e potete sollevare il piede dall’acceleratore. In questo modo è più facile concentrarsi sul traffico senza dover guardare continuamente il tachimetro. Inoltre, la corsa diventa più regolare e l’auto consuma meno carburante. Appena toccate il freno o la frizione, il tempomat viene disattivato.

Da non confondere: tempomat, limitatore della velocità e regolatore di distanza

La funzione del tempomat si basa su un sensore che rileva l’attuale numero di giri del motore. Il computer di bordo la mantiene ad un livello costante. Attenzione però a non confondere il tempomat con il cosiddetto limitatore della velocità perché si tratta di un sistema di assistenza alla guida diverso, che impedisce il superamento di una velocità massima regolata. Talvolta questo sistema riconosce persino la segnaletica stradale. Il tempomat, invece, non lo fa, ma mantiene solo la velocità attuale.
Spesso si confondono anche tempomat e regolatore della distanza. Quest’ultimo misura la distanza verso l’auto davanti a voi e adegua automaticamente la velocità. Se la vostra auto dispone solo di un tempomat non è in grado di modificare automaticamente la velocità attuale.

Così potete installare successivamente un tempomat

Nel frattempo il sistema di regolazione della velocità è di serie per tante auto. Se non dovesse essere il caso, tanti produttori offrono questa funzione come optional ad un prezzo supplementare. In alcune marche il tempomat è chiamato anche “tempostato” o “cruise control”. Non fatevi confondere da questi termini – definiscono tutti lo stesso sistema di assistenza.

Se avete un’auto senza tempomat, potete eventualmente installarlo in un secondo tempo. La complessità e il prezzo dipendono dal modello. Se guidate una macchina con acceleratore elettronico, un retrofitting non è gran cosa e costa solo poche centinaia di franchi. Altrimenti è necessario un ricablaggio. Il retrofitting diventa più impegnativo e costoso – talvolta si devono persino pagare più di 1.000 franchi.

È più conveniente installare il tempomat da soli. Chi cerca su Internet, trova istruzioni dettagliate in merito.
Ma bisogna far attenzione. A chi non è esperto di macchine non consigliamo di effettuare tali lavori. Soprattutto quando si tratta di cambiare il cablaggio o sostituire lo sterzo è necessario recarsi in un’officina. Un tempomat malfunzionante può diventare un rischio per la sicurezza.

Adesso conoscete la funzione di un tempomat. Alla fine ancora un consiglio: se cercate un’auto con tempomat già installato, la miglior scelta è farlo su AutoScout24. Nella ricerca avanzata potete filtrare i modelli che dispongono di questa funzione.

Patrick Züst

Patrick Züst

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tweet on Twitter
Contenuto di questo articolo

Articoli Correlati

Tabella dei contenuti