Di più

Fiat 500 – Una rubacuori in versione elettrica

27. Ottobre 2022

Momento della lettura: minuti

Fiat 500 – Una rubacuori in versione elettrica

AutoScout24

AutoScout24

Condividi questo articolo
Facebook
Twitter

Ciao ciao motore a benzina! La famosissima Fiat 500 ora è disponibile solo come vettura elettrica. Riuscirà la versione a corrente della piccola di casa a prolungare il successo dell’utilitaria? Assolutamente sì!

La Fiat 500e in cifre:

  • Motore: motore elettrico da 87 kW/118 CV, 220 Nm, capacità della batteria di 42 kW/h
  • Autonomia: 320 km, potenza di ricarica fino a 11 kW (CA), fino a 85 kW (CC)
  • Trazione: anteriore
  • Cambio: automatico
  • Prestazioni: da 0 a 100 km/h in 9,0 secondi, velocità massima: 150 km/h
  • Dimensioni: peso: 1.365 kg, vano bagagli: 185-550 l
  • Consumi: 14,0 – 14,9 kWh/100 km
  • Prezzo della vettura di prova: CHF 39.990
  • Prezzo di base: a partire da 32.990 CHF
  • Concorrenti: VW e-up!, Seat Mii electric, Skoda Citigo iV, Smart EQ, Renault Twingo Electric
  • Ultimo aggiornamento: 30 marzo 2021

Un’auto tutta nuova

Che la prima elettrica targata Fiat sarebbe stata una discendente della 500 c’era da aspettarselo. Ma tutti quelli che pensavano che gli italiani si sarebbero limitati a posizionare una batteria sul pianale della loro amatissima icona hanno dovuto ricredersi. La Fiat 500e è stata infatti ripensata da zero, dispone di una piattaforma ad hoc e con i modelli precedenti a benzina ha in comune soltanto l’aspetto irresistibile.

Un po’ gonfiata

Dal punto di vista estetico, la piccola e-car risulta più arrotondata e leggermente più sferica. Come se la vecchia 500 fosse stata un po’ gonfiata. E in effetti, il gioiellino elettrico è cresciuto. Con una lunghezza di 3,63 metri (+6,1 cm), una larghezza di 1,68 metri (+5,6 cm) e un’altezza di 1,53 metri (+2,9 cm), la 500e resta comunque una city car ideale nel segmento delle micro utilitarie, in cui hanno già debuttato altre concorrenti elettriche.

Autonomia fino a 320 km

Perché la Fiat 500e è una vera forza nel suo segmento? Semplice: perché offre la batteria più potente e, di conseguenza, l’autonomia più elevata. L’auto è dotata di una batteria con una capacità di 42 kWh, di cui sono utilizzabili 37,3 kWh netti. Una potenza davvero ottima che, in base alla versione, dovrebbe garantire un’autonomia compresa tra 298 e 320 chilometri secondo il realistico ciclo WLTP. Niente male per una vettura di queste dimensioni. Nella realtà i chilometri scendono leggermente, ma si riesce a stare senza problemi nei 280 km, un risultato comunque ottimale.

Creata con amore

Anche gli interni hanno stoffa da vendere. Moderni e chic, ma al tempo stesso giocosi. Ad esempio, nell’incavo della maniglia esterna si nasconde il tasto che consente di aprire elettronicamente le portiere. Anche all’interno, al posto delle maniglie meccaniche è presente un pulsante, accanto al quale è impressa in rilievo la silhouette con la prima Fiat 500 e le parole «Made in Torino» sul rivestimento delle porte. All’avvio del motore elettrico risuona una melodia di saluto. Piccoli dettagli che dimostrano una cosa: la Fiat 500e è stata fatta con amore.

Qualità elevata e modernità

Il cockpit moderno e i materiali sono di alta qualità. Sopra il cruscotto troneggia uno schermo touch con sistema di controllo U-Connect che, a seconda della versione, può raggiungere i 10,25 pollici. È piacevole il fatto che non tutto si comanda dal display. Importanti funzioni, come la regolazione del riscaldamento, sono ancora gestite tramite i pulsanti sul cruscotto. Un po’ insoliti sono i tasti per il cambio automatico, anch’essi posizionati sul cruscotto. Molto gradevole è anche la spaziosità, perlomeno per il conducente e il passeggero anteriore. Sui sedili posteriori e nel vano bagagli si sta già un po’ più stretti. Ma dopotutto la Fiat 500e è una micro utilitaria, non un camion.

Fellini per i pedoni

Il marchio dimostra una certa attenzione per la sostenibilità nei rivestimenti dei sedili, realizzati con materiali riciclati e in parte anche con plastica recuperata dal mare. Un dettaglio piacevole: diversamente dalla maggior parte delle concorrenti che emettono suoni sferico-tecnici, al di sotto dei 20 km/h la Fiat 500e riproduce della musica! Ad avvisare i pedoni dell’avvicinamento della vettura elettrica sono le note della colonna sonora del film «Amarcord» di Federico Fellini. Non è uno scherzo! La Fiat 500e è disponibile anche in versione cabriolet, la prima nel segmento delle compatte al 100% elettriche. Il tetto si apre e si chiude con facilità, premendo semplicemente un pulsante. A catturare l’attenzione in questo caso è senza dubbio la capote con il logo Fiat impresso.

Una vettura piccola e veloce

Una volta premuto il pulsante di avviamento, il gioiellino elettrico parte subito con grande sveltezza. L’accelerazione risulta agile ed equilibrata ed è un vero piacere guizzare tra tutte le altre vetture nella confusione della città. E non è una sorpresa, con un’accelerazione da 0 a 50 km/h in 3,1 secondi; i 100 km/h si raggiungono invece in 9,0 secondi. Anche con una velocità massima di 150 km/h, la 500 elettrica da 118 CV non può essere considerata lenta. Le città caotiche sono il territorio per eccellenza della 500e, che vi si trova perfettamente a suo agio mentre scorrazza silenziosa tra i vicoli. A proposito di silenzio: chi ricorda ancora il chiassoso motore Twin Air a 2 cilindri del modello precedente apprezzerà senz’altro la piacevole assenza di rumore della e-car. In città, la Fiat 500e dà il meglio di sé anche in fatto di autonomia: nelle aree urbane raggiunge tranquillamente 280 – 300 chilometri, ma in autostrada o sulle strade extraurbane la ricarica si scioglie come neve al sole.

Funzione di ricarica rapida di serie

La Fiat 500e è dotata di serie della funzione di ricarica rapida con presa CCS, che nella maggior parte dei modelli della concorrenza comporta invece un sovrapprezzo. La funzione consente di caricare la batteria con una potenza massima di 50 o 85 kW, raggiungendo così l’80% di ricarica in 35 minuti (in condizioni ottimali) presso le stazioni di ricarica rapida. Alle colonnine a corrente alternata, la Fiat 500e può essere ricaricata al massimo con 11 kW, una potenza comunque superiore rispetto a quella dei modelli della concorrenza. In questo caso una ricarica completa dura quattro ore e 15 minuti. Invece, attaccandola alla presa elettrica di casa ci vogliono 15 ore.

Sherpa pronta a tutto

In fatto di recupero, la Fiat 500e potrebbe fare di meglio. La compatta elettrica offre tre modalità di guida: Normal, Range e Sherpa. In modalità Range, il propulsore recupera più energia che in modalità Normal, rallentando con maggiore forza non appena il conducente toglie il piede dall’acceleratore. Nonostante ciò il recupero non convince del tutto. La modalità di guida Sherpa va selezionata quando è importante ottenere il massimo risparmio energetico e lo scopo è arrivare a destinazione. In tal caso la 500e raggiunge la meta con una velocità massima di 80 km/h, disattivando anche climatizzatore e riscaldamento dei sedili.

Avvisa, riconosce, protegge

La 500e vanta inoltre un’ampia gamma di sistemi di assistenza, come il rilevamento della stanchezza e il riconoscimento dei limiti di velocità, e può essere orgogliosa di sé anche in fatto di connettività: tramite lo smartphone si può ad esempio consultare il livello di carica e inserire una destinazione nel navigatore. La piccola Fiat può inoltre fare da hotspot per l’accesso a Internet a un massimo di otto dispositivi. E in caso di furto, il proprietario sarà immediatamente allertato sullo smartphone.

Cosa ci piace meno

La Fiat 500e è disponibile a partire da CHF 32.990, un prezzo non proprio abbordabile!

Cosa ci piace di più

La Fiat 500e è l’auto elettrica perfetta per le grandi città. Chic, moderna e con un’autonomia eccellente. La versione cabrio di questa piccoletta mette ancora più di buon umore.

AutoScout24

AutoScout24

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tweet on Twitter
Contenuto di questo articolo

Articoli Correlati

Tabella dei contenuti