Le 10 auto elettriche che si ricaricano più velocemente

5. Luglio 2023

Momento della lettura: minuti

Le 10 auto elettriche che si ricaricano più velocemente

Picture of Andreas Faust

Andreas Faust

Condividi questo articolo
Facebook
Twitter

Rimanere bloccati sul ciglio della strada con la batteria scarica o fermi per ore alle stazioni di ricarica: quando si parla di mobilità elettrica, sono queste le preoccupazioni più ricorrenti. La nostra guida sulle auto elettriche con la potenza di ricarica maggiore mostra che l’autonomia delle auto elettriche odierne è ormai quasi pari a quella dei motori a combustione interna, e che alcune auto non richiedono più una sosta per essere completamente cariche.

1. Porsche Taycan Turbo S

La Taycan, il primo veicolo elettrico Porsche, dotata della stessa tecnologia dell’Audi E-Tron GT, fonda un’intera famiglia di modelli con diverse motorizzazioni, come la trazione posteriore o il 4×4, oppure batterie di varie dimensioni. E come se non bastasse, la Taycan è disponibile anche in tre allestimenti: Coupé, Cross Turismo e Sport Turismo. Queste ultime due versioni hanno la stessa lunghezza, ma sono leggermente più alte della consueta quattro porte e offrono più spazio grazie al sedile posteriore reclinabile. Indipendentemente dalla variante scelta, grazie all’architettura di ricarica a 800 volt, ogni Taycan offre quelle che oggi sono forse le migliori capacità di ricarica rapida, fino a un massimo di 270 kilowatt nelle versioni di punta, il che significa che questa imponente batteria è pronta per il viaggio successivo in poco più di 20 minuti.

  • Prezzo a partire da 225.300.- CHF
  • Trazione: trazione integrale, 460 kW/625 CV
  • Bagagliaio: 366 litri (posteriore) / 84 litri (anteriore)
  • Consumo: 24,0 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 71 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 440 – 468 km
  • Potenza di ricarica max: 270 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 17 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 44,0 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 33.997.-

2. Audi E-Tron GT Quattro

Presentata a inizio 2021, questa berlina di lusso lunga quasi cinque metri di Audi è ancora all’avanguardia tra le auto elettriche, e non solo in termini di estetica. La E-Tron GT, sviluppata in contemporanea alla Porsche Taycan, sprigiona una potenza notevole sotto la sua carrozzeria leggera e pompa 530 CV su quattro ruote motrici, o addirittura 646 CV nella versione di punta RS. A differenza della sorella, la GT è un aliante morbido e raffinato piuttosto che una violenta supercar, pur essendo in grado di affrontare in velocità le curve sotto l’impulso dell’acceleratore, grazie alle sospensioni pneumatiche e alla sterzata integrale, disponibili di serie. Anche la batteria e la tecnologia di ricarica della E-Tron GT giocano nella serie A della mobilità elettrica: questa superpotenza targata Audi può percorrere quasi 500 chilometri prima di doversi fermare alla stazione di ricarica rapida con un massimo di 270 kilowatt.

  • Prezzo a partire da CHF 111.550.-
  • Trazione: trazione integrale, 350 kW/476 CV
  • Bagagliaio: 490 litri
  • Consumo: 20,1 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 83,7 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 492 km
  • Potenza di ricarica max: 270 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 22,5 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 37,7 t CO₂
  • Costo/anno (a 15.000 km): ca. CHF 18.548.-

3. Tesla Model 3 Long Range

Nel giro di pochi anni, Tesla si è affermata come il marchio elettrico per antonomasia. Nel 2022, il SUV compatto Model Y è stato l’auto più venduta in Svizzera; l’anno prima, ad assicurarsi questo ambito titolo era stata la berlina Model 3. Nella versione “Long Range”, la Model 3 ha un’autonomia di oltre 600 chilometri e si ricarica fino a 250 kilowatt con il caricatore rapido CC, alla stessa velocità degli altri modelli disponibili S, X e Y. Spingendo al limite i 513 CV della versione di punta della Model 3, si possono raggiungere i 100 km/h in 3,3 secondi, facendo apparire vecchie molte auto sportive. Poiché il prezzo – in controtendenza rispetto al resto del mercato – è stato recentemente abbassato, è probabile che anche nel 2023 la concorrenza non riuscirà a scalfire la posizione del modello statunitense.

  • Prezzo a partire da CHF 53.990.-
  • Trazione: trazione integrale, 366 kW/498 CV
  • Bagagliaio: 340 litri (posteriore) / 85 litri (anteriore)
  • Consumo: 14,7 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 75 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 602 km
  • Potenza di ricarica max: 250 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 27 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 31,2 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 11.242.-

4. Kia EV6 (77,4 kWh)

In totale, i clienti possono scegliere tra quattro versioni della Kia EV6: due di questi SUV elettrici sono dotati di trazione posteriore, gli altri due di trazione integrale. La versione top di gamm accelera fino a 100 km/h in soli 5,2 secondi, ma anche il rifornimento presso la stazione di ricarica rapida è rapidissima. Grazie all’elevata potenza di ricarica, fino a 240 kilowatt, l’EV6 si ricarica all’80 % dopo 18 minuti – a seconda del modello, l’autonomia massima è di oltre 500 chilometri. Tra l’altro, Kia è in grado di alimentare anche dispositivi esterni, dalle macchine del caffè alle biciclette elettriche, grazie alla funzione di ricarica bidirezionale.

  • Prezzo a partire da CHF 59.100.-
  • Trazione: posteriore, 168 kW/229 CV
  • Bagagliaio: 490 – 1.300 litri
  • Consumo: 16,5 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 77,4 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 528 km
  • Potenza di ricarica max: 240 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 18 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 37,7 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 11.506.-

5. Genesis GV60

Pur avendo dovuto cedere il passo alle sorelle Hyundai Ioniq 5 e Kia EV6, la GV60 del marchio di punta Genesis è partita in quarta: uscita nell’estate 2022, questo crossover dal design elegante è riuscito a conquistare il titolo di “Auto svizzera dell’anno 2023” in pochissimi mesi. E non è affatto immeritato: all’interno, questa compatta elettrica si distingue per le caratteristiche high-tech, come le telecamere e gli schermi al posto degli specchietti retrovisori esterni, e per un ambiente di lusso e minimalistico. Il punto forte, tuttavia, è la trazione: i motori elettrici della versione di punta a trazione integrale producono fino a 490 CV, mentre anche la GV60 di base a trazione posteriore è più sportiva. Quando la grande batteria nel sottoscocca si scarica – nel migliore dei casi dopo più di 500 chilometri – la GV60 non dà al proprietario neanche il tempo di prendersi un caffè alla stazione di ricarica rapida: grazie alla tecnologia a 800 Volt, questa auto elettrica compatta si ricarica dell’80 % in 18 minuti.

  • Prezzo a partire da CHF 59.900.-
  • Trazione: posteriore, 168 kW/229 CV
  • Bagagliaio: 432 – 1.550 litri
  • Consumo: 17,0 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 77,4 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 517 km
  • Potenza di ricarica max: 240 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 18 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 38,2 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 11.285.-

6. Hyundai Ioniq 5 (77,4 kWh)

La Ioniq 5 è un’attrazione assoluta e, come la gemella Kia EV6, offre una gamma di trazioni estremamente ampia: ciascuna di loro è disponibile in due varianti, ognuna con trazione integrale e trazione posteriore, con potenza compresa tra 125 kW/170 CV e 239 kW/325 CV. Limitata elettronicamente sempre a 185 km/h, la Ioniq 5 raggiunge i 100 km/h da ferma in 5,2 secondi. Anche la batteria è disponibile in due opzioni: da 58 e da 72,6 kWh, potenza che consente un’autonomia massima di 480 chilometri. Come la sua sorella tecnologica Kia EV6, anche la Ioniq 5 si ricarica rapidamente fino a 220 kilowatt grazie al caricatore rapido CC, per cui le batterie tornano all’80 % in meno di 20 minuti.

  • Prezzo a partire da CHF 52.900.-
  • Trazione: posteriore, 168 kW/229 CV
  • Bagagliaio: 527 – 1.587 litri
  • Consumo: 18,0 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 77,4 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 476 km
  • Potenza di ricarica max: 220 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 18 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 37,8 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 11.145.-

7. Mercedes EQS 450+

La Classe S è il modello di punta assoluto di Mercedes, nonché la quintessenza della berlina di lusso. Da tempo la casa di Stoccarda punta a fissare nuovi standard anche nel settore elettrico e, con il modello flagship elettrico EQS, ridefinisce la classe S del futuro. La spaziosa cinque posti con la stella non manca di eccellenze: la versione base con trazione posteriore percorre in teoria fino a 784 chilometri prima che l’enorme batteria nel sottoscocca debba fermarsi alla stazione di ricarica rapida con un massimo di 200 kilowatt. Nella versione di punta della AMG-EQS, la tecnologia elettrica riversa sugli assi motore fino a 761 CV, portando questo colosso elettrico da 2,7 tonnellate fino a 100 km/h in un tempo sbalorditivo di 3,4 secondi. In linea con la tendenza dei SUV, Mercedes ha recentemente iniziato a offrire l’EQS come linea di lusso superiore. Il suo nome: SUV EQS.

  • Prezzo a partire da CHF 141.400.-
  • Trazione: posteriore, 245 kW/333 CV
  • Bagagliaio: 610 – 1.770 litri
  • Consumo: 19,6 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 108,4 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 629 km
  • Potenza di ricarica max: 200 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 31 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 47,3 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 22.536.-

8. BMW iX xDrive50

Nel 2013, BMW è stata un pioniere dell’elettrico con l’auto elettrica high-tech i3 in alluminio, carbonio e diversi materiali riciclati – dopodiché si è adagiata sugli allori per molto tempo. Eppure, con un’intera flotta di veicoli elettrici, dalla compatta iX1 alla lussuosa i7, l’azienda di Monaco è tornata in prima linea. Il metro di misura dei SUV elettrici è la iX: con trazione posteriore o integrale, fino a 619 CV nella versione di punta M60 e ampio spazio, come è lecito aspettarsi da un SUV di lusso.
Sarà soprattutto il cockpit ad appassionare gli appassionati della tecnologia: dominato da due enormi schermi curvi consente anche di comandare il sistema di infotainment con un tocco senza slogarsi il braccio destro.

  • Prezzo a partire da CHF 121.300.-
  • Trazione: trazione integrale, 385 kW/523 CV
  • Bagagliaio: 500 – 1.750 litri
  • Consumo: 21,2 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 105,2 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 590 km
  • Potenza di ricarica max: 195 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 35 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): n.d.
  • Costi/anno (a 15.000 km): n.d.

9. VW ID. Buzz

L’ID. Buzz, lanciata nell’autunno 2022, si basa sul sistema modulare elettrico MEB di Volkwagen, sul quale sono già state costruite le altre auto elettriche ID.3, ID.4 e ID.5. Con il suo design retrò, questo furgone elettrico ricorda gli iconici bus Volkswagen degli anni Cinquanta e Sessanta. Questo furgone a cinque posti offre un enorme spazio dietro le porte scorrevoli elettriche e dovrebbe quindi essere interessante anche come mezzo di trasporto per famiglie. Il sedile posteriore può essere spostato longitudinalmente di 15 centimetri e reclinato per offrire oltre due metri cubi di volume di carico. Con uno stile di guida normale si possono percorrere circa 350 chilometri; dopodiché occorre fermarsi alla stazione di ricarica. L’ID. Buzz, primo elettrico Volkswagen, dispone di 170 kilowatt di potenza di carica, che riducono a 30 minuti il tempo di ricarica dal 5 all’80 % della potenza della batteria. Attualmente, l’ID. Buzz è disponibile anche in versione veicolo commerciale Cargo – una versione lunga con sette posti seguirà nel 2023.

  • Prezzo a partire da CHF 67.860.-
  • Trazione: posteriore, 150 kW/204 CV
  • Bagagliaio: 1.121 – 2.205 litri
  • Consumo: 24,6 kWh
  • Potenza batteria: 77 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 423 km
  • Potenza di ricarica max: 170 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 30 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 40,2 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. 13.493 CHF

10. Ford Mustang Mach-E Premium RWD

Cosa serve per portare con successo una nuova tecnologia alla clientela? Il logo giusto! Fortunatamente, Ford ci aveva già pensato, quando ha progettato il primo veicolo elettrico del marchio. Con la pony car Mustang, nel 1964 Ford elettrizzò soprattutto i giovani maniaci dell’auto – e dall’estate 2021, con la Mustang Mach-E, finalmente Ford elettrizza ed elettrifica.
Invece di un coupé sportivo, questo modello offre molto spazio in una carrozzeria crossover – ma le tipiche luci di coda in tecnologia LED continuano ad ammiccare dalla parte posteriore. È possibile scegliere tra versioni a trazione posteriore e integrale, due dimensioni di batteria con un’autonomia da 400 a 600 chilometri e la versione di punta, la GT, che accelera a 100 km/h in 3,7 secondi grazie a 487 CV.

  • Prezzo a partire da CHF 66.600.-
  • Trazione: posteriore, 216 kW/294 CV
  • Bagagliaio: 402 – 1.420 litri
  • Consumo: 17,3 kWh/100 km
  • Potenza batteria: 98,7 kWh (netta)
  • Autonomia WLTP: 600 km
  • Potenza di ricarica max: 150 kW
  • Ricarica CC 10 – 80 %: 45 minuti
  • Emissioni totali (a 200.000 km): ca. 40,0 t CO₂
  • Costi/anno (a 15.000 km): ca. CHF 12.333.-

Tutte l'informazioni sui nostri prodotti e servizi e i consigli sulle auto.

Picture of Andreas Faust

Andreas Faust

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tweet on Twitter
Contenuto di questo articolo

Articoli Correlati

Tabella dei contenuti